Logo Mit

MIT Whistle

Whistleblowing

L'articolo 48 del DLGS 90/2017 introduce nell'ambito della normativa di prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo la procedura di cosiddetto whistleblowing, stabilendo che i soggetti obbligati predispongano processi idonei a garantire che i dipendenti o le persone in posizione comparabile possano segnalare, a livello interno, le violazioni delle disposizioni dettate in funzione di prevenzione del riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, attraverso uno specifico canale anonimo e indipendente, proporzionato alla natura e alla dimensione del soggetto obbligato interessato.

Segnalazioni esterna

E' possibile effettuare segnalazioni da parte di personale esterno alla società che riceverà la segnalazione. E' necessario fornire la partita IVA o il codice fiscale della società a cui vogliamo far pervenire la segnalazione.

 MITWhistle permette al Whistleblower di poter effettuare le proprie segnalazioni in totale anonimato, accedendo alla piattaforma utilizzando TOR Browser, che ad oggi rappresenta il modo più sicuro in assoluto per nascondere e tutelare la propria identità. Una volta ricevuta dal sistema, la soffiata verrà  inoltrata alle unità  predisposte nell'azienda alla ricezione delle stesse, in modo che venga gestita prontamente.

Le procedura MIT Whistle garantisce:

a) la tutela della riservatezza dell'identità  del segnalante e del presunto responsabile delle violazioni, ferme restando le regole che disciplinano le indagini e i procedimenti avviati dall'autorità  giudiziaria in relazione ai fatti oggetto delle segnalazioni;

b) la tutela del soggetto che effettua la segnalazione contro condotte ritorsive, discriminatorie o comunque sleali conseguenti la segnalazione;

c) un canale di segnalazione anonimo e tutelato